Marcuse, i movimenti studenteschi e la società totalitaria di Raffaele Vanacore

danae.ricercasociale

eastside-gallery

Sono gli eventi della prima guerra mondiale (a cui lui stesso partecipò), della repressione nel sangue della sollevazione spartachista (con l’uccisione di Rosa Luxemburg e di Karl Liebknecht) e dell’avvento del nazismo (era lui stesso ebreo) a condurre Marcuse allo studio della società e della politica. Era infatti possibile una società diversa, che non si basasse sulla guerra, sulla repressione e sulla persecuzione? A questa domanda Marcuse cerca di rispondere, nel 1955 con il suo primo capolavoro, “Eros e civiltà”: partendo dal presupposto che “l’epoca tende al totalitarismo anche dove non ha prodotto stati totalitari” e che “se l’individuo non ha né la capacità né la possibilità di vivere per se stesso, i termini della psicologia diventano i termini delle forze della società che determinano la psiche”, considerando dunque la società capitalista come totalitaria (già Erich Fromm aveva considerato il conformismo democratico come l’altra faccia, opposta ma speculare dunque alla…

View original post 1.131 altre parole

Partecipazione alle elezioni europee

Europee-2014

Le imminenti elezioni europee impongono una serie di riflessioni circa l’Europa che è e che verrà. In particolare, la constatazione che le scelte politiche, come purtroppo testimoniano gli ultimi avvenimenti italiani, avvengono nella Troika, ossia nella BCE, nella Commissione Europea e nel Fondo Monetario Italiano, organismi sui quali i cittadini non hanno praticamente alcun controllo, potrebbe suggerire un certo scoramento.
Tuttavia, noi ci opponiamo a questa politica aristocratica e monopolistica e miriamo ad una Politica democratica e multipolare. Per questo, consideriamo il voto alle europee di estrema importanza: il voto è, per il momento, infatti, l’unica arma rimasta al cittadino altrimenti inerme per contrastare questa deriva oligarchica.
A tal proposito, e dato che il nostro è un blog di informazione e di cultura indipendente, abbiamo deciso di dar voce ad esponenti di tutti i principali partiti politici, per ricordare l’importanza del voto europeo e per far conoscere le loro proposte, si spera tutte ispirate alla democrazia ed alla riaffermazione del potere del cittadino, con l’augurio di un futuro migliore per l’Italia.
Grazie mille

Raffaele Vanacore

 
Se l’ articolo ti è piaciuto condividilo su Facebook:
facebook-condividi-icon