Poesie di Davide Mastrocinque


POESIA N. 7

marea itterica,
specialmente condannati
trascinammo le dita ubriache di salsedine
sulla rena bianca, per danzare l’ultima volta
in compagnia della pallida tristezza lunare
circoscrivendo il nostro corpo
al di là della nostra pelle
fino a non sentire più la gravità
la punta del pennello si spalmerà sul circondario
mischiando i colori di tutto ciò che lo compone
per poi sciacquarsi nell’abisso
e renderlo felicemente acceso di mille colori impuri…

 

CIGNI

strascicando parole al vento
strisciando come raggi di sole sul cemento
inorgogliti dalla nostra dolce ignoranza
bocciati dai parametri umani sorridiamo con gli occhi
cucendo le nostre bocche fra di loro
bevendoci le parole a vicenda
innamorandoci della lontananza
gli sguardi dei cigni non troveranno riposo sul manto dei corvi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...